Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘letteratura’

Prendo spunto da un’interessante intervista su questo tema, uscita il 2 Giugno 2013 su Il Giornale.
L’intervista è stata rilasciata da una giovanissima scrittrice che, dopo innumerevoli difficoltà, pare sia riuscita a giungere al tanto sospirato successo : ?  Maria Silvia Avanzato.
Il titolo dell’intervista allude chiaramente alla famosissima allocuzione dell’androide di Blade Runner impersonato da Rutger Hauer. E questo è già estremamente significativo, perchè offre subito una preziosissima indicazione sul genere di cultura di riferimento che è qui in questione.
Una cultura in cui la fanno da padrone modelli rigorosamente moderni, nel contesto dei quali svanisce completamente tutto quanto di culturale è invece spregevolmente “antico”.

Il percorso personale descritto dalla Avanzato appare comunque essere del tutto simile al mio personale, e quindi, senz’altro, al percorso che oggi fanno tutte le persone che cercano di emergere come scrittori.
E tuttavia lei scrive romanzi e dall’intervista si nota che usa un linguaggio infarcito di termini trendy, cioè, per così dire, anglicismi d’impatto e d’assalto,  i quali sicuramente sono sono molto al passo con i tempi. Cioè sono già di per sè in grado di solleticare efficacemente le parti anatomiche che oggi vanno solleticate se si vuole ambire al successo.
E lo stesso vale sicuramente anche per il linguaggio che la scrittrice usa nei suoi libri e per i temi che in essi vengono trattati.
Insomma la Avanzato sembra proprio uno di quegli scrittori che, per come stanno le cose oggi, al successo prima o poi doveva arrivarci per forza.
A proposito di tutto ciò, rimando ad altri due articoli da me pubblicati in questo blog (“Cos’è lo scrittore?” ; “Cosa sta accadendo allo scrittore” ; “La grande e moderna vetrina virtuale dell’arte scrittoria”) sul tema dello scrittore e del mondo editoriale. E lo faccio per ribadire ancora una volta che sembra proprio che il profilarsi come scrittori non sia oggi nemmeno pensabile se non si rientra in una ristretta categoria tipologica che a sua volta richiede, per essere impersonata, di essere vissuta in modo assolutamente spontaneo, cioè autentico al massimo.
Il che implica molto più la genetica che non la vocazione. (altro…)

Read Full Post »