Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 16 aprile 2015

Oltre la Lisbona che si può vedere con i propri occhi, vi è una Lisbona che si ritrova solo nei libri.
In questo caso nei libri di Alexandre Herculano. Per me personalmente bellissimi. Esempio pieno del “romanzo storico” tipicamente romantico. Rispetto al quale i “Promessi sposi” del nostro Manzoni (peraltro la loro traduzione in portoghese è stata presentata proprio la settimana scorsa al locale l’Istituto Italiano di Cultura) spiccano per una posizione comunque ancora abbastanza classicista. Il romanzo storico di Herculano è invece sombriamente (bellissimo termine portoghese per l’avverbio di “fosco”) ”gotico” nel vero senso della parola.  Cioè nel senso dei quel gusto che al tempo fece amare tutto ciò che era austeramente e quasi funereamente fantastico. Si vedano, per fare solo qualche esempio, opere come il  “Castello di Otranto” di Walpole  o “I demoni della notte” di Charles Nodier. Insomma vero e proprio ossianesimo. Ma “gotico” anche in un altro senso, e cioè nel senso dell’indagine scrupolosa (documentale) dell’autore sul passato “goto” (qui “godo”) delle nazioni iberiche. L’altro grande romanzo di Herculano (“Eurico, o presbitero”) descrive infatti proprio la Spagna ed il Portogallo occupati dai visigoti sul punto di essere sopraffatti dall’onda di conquista arabo-berbera da parte degli Omayyadi. (altro…)

Read Full Post »